Cerca nel sito:

               

Aperta inchiesta per molestie sessuali a soldatessa.

8 Mar, 2011

Catania, 08 Marzo 2011, ore 09:24. Una volontaria delle Forze armate, impegnata in varie missioni, anche all’estero, ha presentato una circostanziata denuncia alla procura ordinaria di Catania ed alla  procura militare di Napoli, competente per il sud contro tre superiori, due ufficiali ed un sottufficiale, che l’avrebbero fatta oggetto nel tempo di numerosi atti di molestia sessuale, . La denuncia e’ stata presentata, da una  ragazza, di 24 anni di origine marocchina risiede con i genitori  nella provincia di Catania. I fatti sarebbero accaduti in caserma, a Catania, alla Sommaruga, e in Kosovo, dove due anni fa la soldatessa era stata assegnata per una missione all’estero. Tra i denunciati un maresciallo suo diretto superiore, un tenente donna ed un capitano e per omesso controllo una decina di ufficiali. Il procuratore aggiunto, ha aperto un fascicolo conoscitivo che ipotizza il reato di violenza privata ed iscritto nel registro degli indagati un maresciallo. Sul caso si procede con molta attenzione, secondo i fatti successi a Catania, riguarderebbero le attenzioni da parte di un maresciallo, capo squadra del soldato che avrebbe rivolto battute a sfondo sessuale, come “sei carina in pantaloncini” alla ragazza. Mentre per quanto riguarda la missione in Kosovo, li’ sarebbe stata una tenente ad invitarla a incontri sessuali con soldati svedesi. La giovane caporale, di religione musulmana ha denunciato anche di essere stata offesa nel suo sentimento religioso venendo appositamente “comandata” a partecipare alle funzioni religiose cattoliche, per esempio come corista delle cerimonie natalizie. La vicenda sarebbe stata raccontata ai superiori dei tre denunciati, ma la soldatessa non sarebbe stata creduta ed anzi avrebbe ricevuto l’invito a lasciar perdere. La Procura di Catania fara’ anche degli accertamenti sul “declassamento” del parere espresso dai superiori della volontaria presentato dalla donna al concorso per agente di polizia di Stato. L’Esercito italiano tramite una nota, intende garantire la massima trasparenza e fornire la massima collaborazione alla magistratura inquirente.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.