Cerca nel sito:

               

Arnone su situazione imprenditore agrigentino Salvatore Moncada

18 Feb, 2011

Agrigento, 18 febbraio 2011, ore 19.14 – Lo scrivente, nella sua qualità di amministratore del Comune di Agrigento, da tempo ha avuto modo di prestare collaborazione e di seguire con attenzione le pregevoli iniziative imprenditoriali poste in essere nel corso degli ultimi lustri dall’imprenditore Salvatore Moncada, in primo luogo nel settore delle energie alternative.

Il sottoscritto ha avuto modo di verificare anche, quale legale dell’associazione Legambiente – che spesso è entrata in sinergia con l’imprenditore Moncada – che detto imprenditore, da tempo, si è mosso in modo limpido e coraggioso sul terreno del contrasto agli interessi di Cosa Nostra sottesi al “pizzo”: Moncada ha subito intimidazioni ed attentati, è stato sottoposto a misure intense di vigilanza da parte delle Autorità preposte, ha provocato con le sue testimonianze arresti e condanne di esponenti di primo piano delle organizzazioni mafiose territoriali.

Nella realtà agrigentina, dunque, l’imprenditore Moncada rappresenta un punto di riferimento rilevante per tutti coloro che ritengono che il cambiamento ed il progresso di questa terra debbano realizzarsi, necessariamente, anche con l’impegno di quelle forze imprenditoriali che – oltre a sperimentare importanti innovazioni economiche nella produzione – si schierano con coraggio contro il sistema del “pizzo” mafioso e del “ricatto” politico.

Da tempo, anche con esposti e denunzie, anche con allarmi pubblici, l’imprenditore Moncada – sulla cui serietà, ribadisco, non ho dubbi – ha evidenziato un’asserita attività di boicottaggio e persecuzione in danno dei suoi progetti imprenditoriali posta in essere da alcuni settori della Pubblica Amministrazione della Regione Siciliana. In sostanza, alcuni vertici burocratici non farebbero altro che mettere i bastoni tra le ruote a Moncada, all’evidente fine di stimolare meccanismi clientelari o di “dazione ambientale” (ovvero, spinte ad “ungere gli ingranaggi”, ad offrire tangenti).

La Commissione Parlamentare Antimafia Regionale, tra i suoi compiti istituzionali, ha anche quelli di “ripulire” la burocrazia regionale da simili intollerabili incrostazioni, vero e proprio “brodo di coltura” che favorisce il proliferare della corruzione e dei sistemi mafiosi.

Adesso, il malessere evidenziato da Moncada è tale che l’imprenditore annuncia di voler spostare il suo centro di interessi da Agrigento e dalla Sicilia a Milano.

Credo che il grido di allarme e di dolore lanciato da Moncada non possa lasciare sorda o indifferente la parte migliore della politica agrigentina e siciliana.

Per questa ragione chiedo al Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, on. Speziale, di acquisire, attraverso il suo ufficio stampa, i recentissimi annunci dell’imprenditore Moncada e, soprattutto, di investire la Commissione di tali problemi, avviando con urgenza l’audizione dell’imprenditore medesimo.

Peraltro, non nutro dubbi in ordine alla circostanza che anche il vice-Presidente della Regione, Giosué Marino, che è l’uomo di governo con in mano la delega in materia di politiche energetiche, sia una personalità che ha dedicato la sua vita alla Sicilia ed al suo riscatto in termini di ripristino della legalità e di sano sviluppo economico, per cui egli, nell’ambito delle sue competenze, non potrà che occuparsi proficuamente dei temi oggetto dell’accorato grido di allarme di Moncada.

Concludo evidenziando che il Gruppo Moncada, ad oggi, è il gruppo imprenditoriale che conta il maggior numero di occupati in provincia di Agrigento, il gruppo con le maggiori potenzialità nell’offerta lavorativa. Per tali ragioni, questa battaglia di legalità viene ad essere anche una significativa battaglia per lo sviluppo e l’occupazione.

Agrigento, 18 febbraio 2011

Avv. Giuseppe Arnone

Consigliere Comunale PD

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.