Cerca nel sito:

               

Campobello, ricettazione: assolta Rosa Sciandrone

18 Feb, 2011

Campobello di Licata (AG), 18 febbraio 2011, ore 18.42 – Aveva ricevuto l’assegno a fronte di un pagamento. Con questa motivazione il giudice onorario del Tribunale di Licata, Vincenzo Ricotta, ha assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, una donna di Campobello di Licata. Rosa Sciandrone, difesa dall’avvocato Salvatore Manganello, era accusata di ricettazione di assegni rubati o smarriti. Il fatto si riferiva ad alcuni anni addietro quando un commerciante di Campobello, Carmelo Ciotta, aveva presentato una specifica denuncia di smarrimento di un assegno bancario indicando il numero del titolo di credito. Nel frattempo l’assegno era stato negoziato da Rosa Sciandrone. Da qui la segnalazione per il reato di ricettazione. Durante il dibattimento è emerso che la donna aveva ricevuto il titolo a fronte di un pagamento effettuato da una terza persona che aveva rapporti avuto commerciali con Ciotta. Quindi in sostanza il passaggio, come dimostrato in aula dall’avvocato difensore della donna, Salvatore Manganello, c’era stato ed era regolare. Il pubblico ministero, Butticè, aveva chiesto l’applicazione di una pena a 6 mesi di reclusione. Il giudice invece, condividendo le tesi difensive dell’avvocato Manganello ha assolto l’imputata.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.