Cerca nel sito:

               

Condannato cognato di Cuffaro per ingiurie e minacce.

1 Mar, 2011

Palermo, 01 marzo 2011, ore 12:43. E’ stato condananto a a 4 mesi, pena sospesa, dal giudice monocratico di Palermo , Gerlando Chiarelli, cognato di Totò Cuffaro, con l’accusa di  ingiurie e minacce all’ex deputato Francesco Forgione di Prc. E’ caduta, pero’, l’accusa di calunnia.
La lite sarebbe scoppiata presso un gazebo di Rifondazione Comunista, dove l’ex deputato Francesco Forgione insieme ad altri colleghi di partito raccoglieva firme per le dimissioni dell’ex governatore Cuffaro. Proprio da lì si sarebbe trovato a passare Chiarelli, insieme a tre amici, e i toni si sarebbero accesi. Chiarelli avrebbe inveito contro Forgione.L’accusa di calunnia, ipotizzata dai legali di Forgione, è però caduta.Il giudice ha inflitto due mesi anche a Salvatore Buscemi, uno di loro, per ingiuria. Per gli altri due, Calogero Rizzo e Giovanni Cucchiara, assoluzione in abbreviato. Per Francesco Forgione, è stato disposto anche il risarcimento danni di 40mila euro: 25mila a carico di Chiarelli e 15 mila a carico di Buscemi.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.