Cerca nel sito:

               

Furto Hard Cross: Carabinieri arrestano anche gli altri tre autori.

23 Feb, 2011

Termini Imerese ( Pa), 23 Febbraio 2011, ore 13:06.  I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Caltanissetta hanno tratto in arresto tre giovani di Termini Imerese in esecuzione Ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Termini Imerese per furto aggravato in concorso.

Si tratta di Alessio FASONE, 19 enne disoccupato di Termini con precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, Giovanni MANFRÈ, 23 enne di Termini incensurato disoccupato, Daniele SETTECASE, 19 enne di Termini incensurato disoccupato. I tre sono accusati del furto avvenuto di 14 moto da cross avvenuto lo scorso 3 novembre presso l’HARD CROSS sito in via Paladini a Caltanissetta.

In quella circostanza i Carabinieri bloccarono l’autocarro che trasportava i motocicli e con a bordo due persone di Termini Imerese, di cui una minorenne. I due vennero poi arrestati in flagranza di reato per furto aggravato in concorso. Qualche minuto dopo venne fermata una Fiat Panda con a bordo tre giovani ed all’interno del bagagliaio vennero rinvenuti attrezzi da scasso. Le indagini dei Carabinieri hanno poi portato a ritenere quali autori dello stesso furto anche questi ultimi tre in quanto  dalle immagini acquisite da telecamere adiacenti all’HARD  CROSS è stato osservato come insieme all’autocarro si fermò anche la stessa Fiat Panda poi controllata e dalla quale scesero tre giovani che parteciparono materialmente al furto.

Per tale motivo il Tribunale di Termini Imerese ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei tre e questa mattina i Carabinieri di Caltanissetta hanno eseguito i tre arresti.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.