Cerca nel sito:

               

“Lavori Forzati” per uno Sciclitano.

3 Mar, 2011

Scicli (Rg), 03 Marzo 2011, ore 10:24. La volontà del giudice  monocratico del Tribunale di Modica, Anton Giulio Maggiore, nei confronti del pregiudicato sciclitano Luca Timperanza, accusato di minacce aggravate, reato che il magistrato ha derubricato in minacce semplici, un tempo sarebbe stata quella di condannarlo ai “lavori forzati” visto che la sentenza emessa nei confronti dell’uomo è stata di condanna a 1550 euro di multa e un anno di lavori di pubblica utilità presso un ente. Timperanza,  in atto detenuto a seguito della condanna a ventisei anni di reclusione per il processo “Fire Fox”, nel 2007 non avrebbe gradito le rimostranze di un suo concittadino quando si era fermato con la propria autovettura al centro della strada, in Piazza Busacca, bloccando di fatto la circolazione, per parlare con un amico. Infastidito da richiamo acustico di chi lo seguiva, sarebbe sceso dall’auto e per tre volte consecutive lo avrebbe colpito in faccia con i pugni, dopo essersi allontanato è prontamente ritornato e gli ha sfondato il finestrino del lato passeggero della Fiat Uno della vittima, ingiurandolo pesantemente. La vicenda finì all’attenzione dei carabinieri anche perchè Timperanza era sottoposto a sorveglianza speciale.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.