Cerca nel sito:

               

Pm Ingroia, per omicidio De Mauro giustizia arrivata dopo 40 anni.

4 Mar, 2011

Palermo, 04 Marzo 2011, ore 11:39. La requisitoria del processo per il sequestro e l’omicidio del giornalista Mauro De Mauro, scomparso la sera del 16 settembre del 1970 da Palermo, si è aperta con le parole del pm Ingroia il quale afferma che finalmente dopo 40 anni giustizia sarà , con orgoglio ma anche con l’amarezza del tempo eccesivo che è trascorso. L’unico imputato e’ il boss mafioso Toto’ Riina, collegato in videoconferenza dal carcere Opera di Milano in cui sconta il carcere duro. Prima dell’avvio della requisitoria del Procuratore aggiunto Ingroia, il pm Sergio Demontis ha prodotto nuova documentazione agli atti. Si tratta di una vecchia sentenza a carico di Michele Guizzardi, un mafioso condannato per sequestro e di un allegato di una relazione della Commissione nazionale antimafia risalente al 1972 e una nota della Squadra mobile di Palermo di un mese fa sul neo pentito Rosario Naimo. Dopo una breve Camera di consiglio la Corte d’Assise ha accolto tutte le richieste dell’accusa. Ad accusare Riina c’e’ proprio l’ultimo pentito di mafia Rosario Naimo, secondo il quale il capomafia corleonese sarebbe stato il mandante non solo dell’omicidio del giornalista de L’Ora Mauro De Mauro, ma anche di Calogero Bagarella, fratello del piu’ noto boss Leoluca Bagarella, ucciso nella strage di viale Lazio a Palermo. Naimo, nell’ultima udienza aveva raccontato di avere appreso dal mafioso Emanuele D’Agostino che De Mauro era stato ucciso “perche’ scriveva articoli contro la mafia”.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.