Cerca nel sito:

               

ARS-Mai rassegnati- Elegia per Falcone, Borsellino e Rizzotto – 21 settembre

15 Set, 2012

Palermo, ore 19.02 Può il Mezzogiorno riscattarsi dalla mafia anche attraverso la lirica? Ne è convinto Mario Modestini, che prende a prestito la medievale formula del madrigale (poesia, musica e canto) e i versi di Nino Aquila, Salvatore Di Marco, Tommaso Romano, Osvaldo Valenti, Dino Paternostro e Ignazio Buttitta per suonare la sveglia a tante coscienze ancora sopite. La biblioteca dell’Ars ha scelto lo spettacolo “Madrigalia Sud”, un’ode a Giovanni Falcone, a Paolo Borsellino e a Placido Rizzotto, per amplificare anche con questa originale forma d’arte il messaggio della mostra “Mai rassegnati” che valorizza il riscatto del popolo siciliano a vent’anni dalle stragi di Capaci e di Via d’Amelio. Sul palco del cortile Maqueda di Palazzo Reale (21 settembre, ore 21, ingresso gratuito su prenotazione telefonica – 091/7051111) si alterneranno lo stesso Modestini, Stefania Blandeburgo e Giorgia Meli, accompagnati dalle note dell’orchestra da camera “Gli Armonici” diretta da Umberto Bruno e del clarinettista Dario Compagna.

Mario Modestini così ricorda Falcone e Borsellino in un’ode composta appositamente:C’è un modo folle di vivere una solitudine, quando crediamo che il mostro che ci sta a spiare dietro l’angolo possa redimersi a causa dei nostri buoni, nobili propositi.”.

Dino Paternostro, giornalista e segretario della Camera del lavoro di Corleone, si è battuto perché le Istituzioni strappassero dal ventre scuro di Rocca Busambra il corpo del sindacalista Placido Rizzotto, che la feroce mafia del feudo aveva sequestrato e ucciso la sera del 10 marzo 1948; e perché, ritrovato il corpo, in onore del capolega di Corleone si celebrassero i funerali di Stato. Sarà lui ad introdurre l’elegia a Placido Rizzotto (tratta dal suo saggio “Le stelle in un pugno”), composta e recitata dallo stesso Modestini: “Placido…fu il mutar delle nuvole nel vespero del 10 marzo del ’48 in un paese dalla voce tremula e dal volto indurito dal sole e fustigato dal vento; un paese che, senza fretta, attendeva la primavera…”

I versi si faranno canto anche con un pezzo inedito di Rosa Balistreri (Acquasalsa). Le opere saranno introdotte da ouverture e chiuse dal canto di Giorgia Meli. Un felice mix: il clarinetto in Astragalo per Aquila, l’Ouverture in Di Marco, l’elegia di Qui Laetificat in Romano fino alla religiosità del In Canto Domini per Valenti.

Nell’ambito della MostraMai rassegnati! Da Portella a via D’Amelio: la Sicilia che si è ribellata alla mafia” in ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a vent’anni dalle stragi

(visitabile fino al 31 ottobre prossimo)

Un’ode a Falcone e Borsellino, ma anche una elegia per ricordare Placido Rizzotto, il segretario della Camera del lavoro di Corleone assassinato dalla mafia la sera del 10 marzo 1948. Sullo sfondo una Palermo dimenticata, ma disperatamente amata e metaforicamente paragonata alla città di Troia. Su tutto un inno all’amore

 

in

 

MADRIGALIA SUD

melopoièsi di Mario Modestini

 

Stefania Blandeburgo

reciterà le liriche di

Nino Aquila, Salvatore Di Marco, Tommaso Romano, Osvaldo Valenti, Dino Paternostro, Ignazio Buttitta

 

Cantatrice Giorgia Meli

Clarinetto Dario Compagna

Orchestra da camera “Gli Armonici”

direttore Umberto Bruno

 

venerdì 21 settembre, ore 21.00 (Cortile Maqueda – Palazzo Reale)

 

Ingresso gratuito su prenotazione telefonica  (091-7051111)

 

 

Programma

Madrigalia Sud  – Melopoièsi di Mario Modestini

 

Nino Aquila

Troia e altre terre..                 

Il poeta così disse: Cercavo Troia                

Astragalo – Cantata.                

 

Salvatore Di Marco

Ouverture-Cantu d’amuri…

Eri tu la canzone antica…      

La luce sei – Cantata

 

Interludio – I Nobili ‘i Palermu

Vastasata di Ignazio Buttitta

 

Tommaso Romano

Così una Luce-Qui laetificat                                 

Viaggio al centro del mondo                      

Madrigale –Cantata

 

Dino PaternostroElegia per Placido Rizzotto

In Canto Domini – Lamentazione – Cantata

 

Osvaldo Valenti

Preludio – Ode a Falcone e Borsellino                        

 Rapido il mutar delle nuvole

Melopea  – Cantata

 

Ignazio Buttitta    

Ouverture – Zu ‘Gnaziu

Martusa – Lettera a una madre tedesca

Acquasalsa (inedito di Rosa Balistreri)

Lingua e dialetto-Epilogo

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.