Cerca nel sito:

               

Deputato del Pd a Cascio: non sono un ladro di benzina.

8 Mar, 2011

Palermo, 08 Marzo 2011, ore 11:52.  Il deputato del Pd, Giovanni Panepinto, si è rivolto ai colleghi parlamentari in apertura della seduta dell’Assemblea regionale, riferendosi all’ intervista del presidente dell’Ars, Francesco Cascio, alla trasmissione ‘Presadiretta’ di Raitre, mandata in onda domenica sera, nella quale dichiara di non potere  consentire al  presidente di additarlo come un ladro di benzina,  e gli chiede di mandare subito gli atti alla Procura di Palermo e chiede in merito  che si pronunci anche il segretario generale, e l’ unica proprietà di cui dispone  é la sua dignità.     Rivolgendosi al segretario generale, Giovanni Tomasello, presente in aula, Panepinto ha aggiunto: che se non manda gli atti in Procura è come se si macchiasse del reato di omissione e di coprire il presidente Cascio. I deputati hanno seguito l’intervento di Panepinto in assoluto silenzio, il quale ha concluso dicendo che non intende  partecipare a questo meschino teatrino e a questo punto bisogna fare chiarezza, pertanto continua affermando che il presidente dell’Ars porti il bilancio in aula,  e dichiari  cosa fanno le guardie giurate che da qualche giorno svolgono servizio in questo Parlamento e quanto costano. Alla fine l’aula ha applaudito Panepinto.

Sul caso interviene anche il capogruppo del Pdl all’Assemblea regionale siciliana, Innocenzo Leontini “Le dichiarazioni fatte dal presidente dell’Ars Francesco Cascio mi sembrano sbagliate nei modi e nei contenuti”.
“Sono allibita, ho sempre considerato il presidente dell’Ars, Francesco Cascio, una persona competente e capace, ha svolto il suo ruolo con eleganza”, ha detto invece il capogruppo dell’Udc all’Assemblea regionale, Giulia Adamo.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.