Cerca nel sito:

               

Licata, la condotta Gela Aragona non si completa per 500 metri

18 Feb, 2011

Licata (AG), 18 febbraio 2011, ore 18.48 – Oltre al danno la beffa. Mentre la città di Licata si ritrova a fare i conti spesso con la crisi idrica, si apprende che la ditta che sta per realizzare i lavori della condotta Gela – Aragona non può completare l’opera per problemi legati all’accesso sui terreni attraversati dalle tubature. Per soli 500 metri quindi, la condotta non entra in funzione. Lo ha reso noto l’assessore comunale alle Risorse idriche, Gioacchino Mangiaracina che ha appreso questa notizia dal presidente della terza commissione parlamentare dell’Ars “Attività produttive”, Salvino Caputo, in occasione del vertice per discutere delle “Iniziative per il superamento della crisi idrica e per lo sviluppo dell’agricoltura nel Comune di Licata”. Mangiaracina spiega che il presidente Salvino Caputo, con una nota datata 11 febbraio, ha rappresentato la problematica al Prefetto di Agrigento, Francesca Ferrandino e per conoscenza anche al presidente della Provincia Eugenio D’Orsi. I lavori del raddoppio della condotta idrica Gela – Aragona – scrive Caputo nella lettera – con  un importo a base d’asta di 89 milioni di euro dovevano essere ultimati entro il mese di settembre 2009, quindi in presenza di 18 mesi di ritardo, la ditta incaricata di effettuare i lavori, per un tratto di 500 metri, è impossibilitata ad operare perché le viene impedito, da qualche proprietario dei fondi interessati, l’accesso sui luoghi per lo scavo e la posa delle tubazioni. Ultimata la nuova condotta Gela – Aragona, la città di Licata potrebbe essere approvvigionata anche dall’acquedotto “Favara di Burgio”. Considerato che è veramente assurdo e inaudito che non si possa realizzare un’opera pubblica concepita per eliminare gli annosi e gravi disagi che affliggono la città di Licata e tutto il comprensorio per la carenza idrica, Caputo chiede l’intervento del Prefetto e del presidente D’Orsi anche nella sua qualità di presidente dell’Ato idrico per risolvere le problematiche lamentate.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.