Cerca nel sito:

               

Sinistra Ecologia e Libertà: “A proposito di elezioni comunali”

11 Mar, 2011

Canicattì (AG), 11 marzo 2011, ore 18.34 – Finita la legislatura della “ Amministrazione Corbo”, ci apprestiamo a ritornare alle urne, per la elezione della nuova compagine amministrativa che reggerà le sorti della nostra città per i prossimi 5 anni. Come sempre accade in questi frangenti, assistiamo in città, alla miracolosa ripresa taumaturgica di un frenetico formicolio di attivismo “Politico”dopo 5 anni di “calma piatta” caratterizzata da una sostanziale inadeguatezza del personale politico (Amministrazione Attiva, Consiglio Comunale), a gestire una città come la nostra, che negli anni si era distinta come punto di riferimento economico – sociale, in ambito provinciale e regionale. Ricordare che venne annoverata tra i 100 comuni che facevano grande l’Italia, appare oramai superfluo. A mio parere, elemento fondante per una ripresa complessiva della nostra città, è la semplificazione geo – politica del panorama elettorale, che fin dalle prime battute vede il proliferare,di liste civiche e di aspiranti sindaci, spesso senza retroterra politico – culturale, programmatico e valoriale, o talvolta dagli aspetti “nebulosi”, intenti a mettersi a disposizione del migliore offerente, o di chi si pensa possa essere in pole position per vincere le elezioni, a cui chiedere poi il dovuto, in termini di qualche assessorato, qualche favore diffuso, od altro, meglio se poi dovesse risultare essere ago della bilancia di una ipotetica situazione di stallo. Tutto questo, consentitemi è la negazione dei principi basilari della Politica. Io penso, anche, sulla base della recente esperienza politico – amministrativa, non certo brillante, sia necessario dare slancio alla ricostituzione di 3 macro – aree politiche, che di fatto abbiano, ciascuna per motu proprio, la capacità di governare la città, anche in alternativa o in alternanza dell’una dall’altra, quindi coalizioni di centro – sinistra, di centro – destra, e laddove esistessero quelle di centro – centro. Per quanto riguarda la mia coalizione di riferimento, che è il centro – sinistra, ritengo che ovviamente ne debbano fare parte quei partiti le cui affinità elettive sono evidenti, quindi: il Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà, l’Italia dei Valori, la Federazione della Sinistra, e quanti tra liste civiche, società diffusa, associazioni e singoli, orbitino attorno all’area di Centro – Sinistra, con un solido programma amministrativo condiviso e un candidato Sindaco comune e accettato da tutti, che tale programma dovrà mettere in pratica. Solo dopo questa fase ricostituiva si potrà porre all’ordine del giorno la eventualità di un ulteriore allargamento dell’area delle alleanze, sulla base di una condivisione più ampia di un elaborato politico – amministrativo di base.

Sinistra Ecologia e Libertà

Il Portavoce

Totò Treppiedi

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.