Cerca nel sito:

               

Calcio a 5 tra Atletico Campobello e Virtus Gela finisce 3 a 2

23 Nov, 2011

Campobello di Licata, ore 16:27 Unico aspetto che permane con continuità nelle prestazioni stagionali dell’Atletico è la debolezza offensiva a fronte di una serie, nella circostanza, infinita di palle gol puntualmente non concretizzate. Nonostante le assenze degli infortunati, Fortino, Bonetta, Sferruzza e lo squalificato Giuliana, l’Atletico Campobello, ha voluto, fin dai primi istanti del match, giocarsi con convinzione la possibilità di tornare a fare punti lontano dal comunale “Tre Torri”, adottando una tattica accorta e sviluppando un possesso palla continuato e privo di particolari sbavature. Un primo tempo, giocato male dell’Atletico, dove Termini e compagni hanno saputo tenere in mano la partita chiudendo la prima frazione di gioco sul punteggio di parità, 1 a 1. Nella ripresa la partita cambiava volto, con l’Atletico Campobello che detta il gioco procurandosi diverse occasione da gol non finalizzate bene, una Virtus Gela che cerca di arginare le folate campobellesi e cercando di colpire di sorpresa la difesa campobellese. Sul 2 a 2, la partita si incattivisce, la Virtus Gela sente l’odore della rimonta, ma che un’attenta direzione di gara del Sig. Mulone di Caltanissetta riesce a tenere sottocontrollo. L’Atletico Campobello non si intimorisce e inizia a giocare e creare una serie di palle gol nitide che, sebbene non concretizzate, generavano profonda delusione ma, anche, la consapevolezza che la partita si poteva e si doveva vincere. E questa forte determinazione, alla fine, prevaleva su un avversario sempre ostico ma che nulla poteva al 55’ quando, a conclusione di un veloce contropiede, Fabio Ciotta riusciva a superare, con un tiro che si infilava tra le gambe, l’estremo difensore avversario siglando la rete del 3 a 2 e ponendo il sigillo sul risultato. Non sono soddisfatto della prima parte di gara disputata dalla mia squadra – dichiara l’allenatore Jack Giardina (nella Foto) – ma non importa, era importante il risultato e non la bella prestazione, visto come sono andate le altre gare che abbiamo fin qui disputato. Forse la paura di perdere ha rallentato di molto la mia squadra, ma quella vista nel secondo tempo mi soddisfa e mi fa ben sperare per il prosieguo. Nonostante le assenze pesanti per infortunio, (Fortino, Sferrazza e Bonetta) i ragazzi stanno facendo un ottimo lavoro e giorno dopo giorno i miglioramenti si vedono. Io spero al più presto di essere al completo per potere esprimere tutte le nostre potenzialità.  Ora ci attendono due gare importanti – continua mister Jack Giardina – con la vice capolista Sporting Gela, che nell’ultima giornata ha perso in casa nel derby con il Trinacria Gela e poi la difficile trasferta di San Giovanni Gemini con il Gemini Soccer. L’importante era fare tre punti – dichiara il protagonista della vittoria campobellese Fabio Ciotta – e li abbiamo ottenuti. Non siamo fortunati sotto porta, stiamo giocando nelle ultime gare con l’assenza importante di un attaccante come Fortino, come anche quelle di Bonetta e Sferrazza, ma oggi questa vittoria l’abbiamo meritato non tanto dal punto di vista del gioco ma tanto dalla voglia messa in campo da tutti i miei compagni. Per fortuna – continua Fabio Ciotta – che ci sono elementi preziosi come Termini, Ciuni, Ilardo, Paci, Guarneri e Di Rosa, che comunque permettono alla squadra di mantenere alto il livello d’esperienza e qualità. Con questi tre punti l’Atletico Campobello prosegue la sua marcia, per centrare l’obiettivo della salvezza. Sabato, inizio ore 17.00, big – match al campetto comunale “Tre Torri” di scena arriva la vice capolista Sporting Gela. Partita tutta da vedere dal risultato incerto, ma dove l’Atletico Campobello venderà cara la sua pelle e cercherà di fargli uno sgambetto.

Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi



I NOSTRI GIORNALI:

Testata iscritta al n° 209 del Registro Stampa del Tribunale di Agrigento in data 18/01/2010  Sicilia Edizioni P.IVA 02455940847
Tutti i contenuti di sicilianotizie.info  sono di proprietà della Sicilia Edizioni. È vietata la riproduzione anche parziale.